Informazioni per volontari

Il tempo…un regalo prezioso per una giovane famiglia

Sei interessato/a ad impegnarti come volontario/a in questa iniziativa?

E’ un’esperienza che ti arricchirà!

Cosa fanno i volontari?

Il/la volontario/a visita la famiglia solitamente una volta in settimana, per un periodo limitato di tempo. Il compito è principalmente quello di dare del tempo alla mamma, essere lì per lei, ascoltarla e valorizzarla. Inoltre si tratta di fornire sostegno pratico nella quotidianità, come per esempio andare a passeggio con il/la bambino/a, giocare con i fratellini/le sorelline, accompagnare la mamma ai diversi appuntamenti, svolgere piccoli lavori di casa. I volontari vengono preparati da un/a professionista e sono seguiti nella loro attività attraverso incontri di gruppo.

Ecco alcuni buoni motivi per impegnarti in Family Support:

  • fai l’esperienza di poter dare forza e sostegno ad un’altra persona
  • la tua presenza e il tuo tempo sono considerati preziosi
  • non sei lasciato/a solo/a nella tua esperinza, ma sei sostenuto/a adeguatamete
  • tu stesso/a cresci nel tuo impegno e all’interno del gruppo.

Questo ci aspettiamo da te:

  • sensibilità, empatia e discrezione
  • disponibilità a riflettere sul tuo operato e sul tuo vissuto
  • apertura verso nuove conoscenze ed esperienze
  • disponibilità di tempo – almeno 3 ore alla settimana.

Come diventare volontari di Family Support:
Qui puoi vedere se qualche organizzazione offre Family Support nel tuo circondario.
Telefona all’ente organizzatore o scrivi a info@familiy-support.it per un primo colloquio.
Conoscerai personalmente il/la professionista e riceverai ulteriori informazioni. Se le rispettive aspettative corrispondono, sarai invitato/a ad una prima formazione della durata di circa 3 ore, a conclusione della quale potrai iniziare la tua attività come volontario/a di Family Support, ovvero:

  • parteciperai a 5 incontri all’anno di 2 ore ciascuno, nel corso dei quali riceverai nuovi stimoli e rifletterai sulla tua esperienza iniseme al gruppo.
  • Il/la professioniste ti contatterà quando una famiglia avrà bisogno del tuo sostegno, ti accompagnerà alla prima visita in famiglia e continuerà ad essere la tua persona di riferimento.
  • Su richiesta – o se necessario – potrai frequentare ulteriori formazioni o richiedere una supervisione.
  • Nella tua attività sarai coperto/a da assicurazione contro la responsabilità civile e gli infortuni e ti sarà naturamente garantito un eventuale rimborso spese.

Contatte la collaboratrice della Rete dei Centri Genitori Bambini, Carmen Etzthaler

Contatto:
Tel.: +39 371 1663433
e-mail: info@familiy-support.it

Gerlinde e Michaela, due delle attuali 13 volontarie attive a Lana, raccontano qui la loro esperienza:

(FS) Come sei diventata volontaria di Family Support?

G: „Ho letto un articolo sul bollettino comunale e ho subito avuto la sensazione di volerlo fare. Semplicemente ho sentito la necessità di fare qualcosa di sociale, nel volontariato.”

M: „Io sono stata contattata da un’amica, che è anche co-fondatrice di Family Support, la quale mi ha detto che il progetto stava per essere avviato. Anch’io sono mamma e io stessa sono sono arrivata tanti anni fa da un altro paese, quindi ho sperimentato quanto la quotidianità a volte possa essere difficile e quanto siano preziose le relazioni sociali. Penso di sapermi immedesimare bene nelle preoccupazioni e nelle paure degli altri e vorrei essere d’aiuto”.

 

(FS) Quali esperienze hai avuto finora con le famiglie?

G: „Ho accompagnato una famiglia per diversi mesi e sono sempre andata volentieri agli incontri. Per lo più portavo il piccolo a passeggio, in modo che la mamma potesse avere un po’ di tempo per sé. Per me era molto piacevole e rilassante. E’ una bella sensazione poter accompagnare qualcuno e sono sempre felice di rivedere quella famiglia.”

M: „Ad ogni incontro tornavo a casa rinvigorita. Spesso abbiamo chiacchierato, io ascoltavo e semplicemente ero lì! Ho sempre avuto la sensazione di poter dare qualcosa e di poter ricevere anche qualcosa. In seguito all’accompagnamento, con il tempo, si è sviluppata un’amicizia.“

Entrambe: „Le famiglie sono sempre state molto riconoscenti e questo ti dà gioia e soddisfazione.“

 

(FS) Quale è stata la vostra esperienza di formazione nel corso del progetto?

G: „Le formazioni sono sempre state molto istruttive, belle e motivanti. Ogni volta mi sono portata via qualcosa e ricordo con piacere ogni singolo incontro. Gli spunti teorici erano sempre attinenti a situazioni di vita quotidiana. Sono cresciuta con il gruppo delle volontarie.“

M: „Gli incontri con il gruppo sono leggeri e la loro regolarità ha favorito lo spirito di gruppo.“

 

(FS) Cosa diresti a chi è interessato a diventare volontario?

G: „Per poter collaborare ad un progetto come questo e poter dare qualcosa, devi avere delle riserve personali. Se decidi di far parte di Family Support, devi farlo con convinzione e in piena coscienza. Non devi aver paura di essere lasciato solo nell’accompagnamento delle famiglie. L’Associazione e i suoi collaboratori qualificati ti danno veramente un grande sostegno. La possibilità di accompagnare delle famiglie per un tratto della loro strada ha davvero un grande valore.“

M: „Serve un po’ di pazienza per trovare la famiglia giusta per un volontario. E’ una bella sensazione poter dare qualcosa e vedere come questo rafforzi la famiglia. „

 

Entrambe sono d’accordo: „Sia dare, sia accettare un sostegno è un segno di forza!“